Si torna a votare, dopo 48 anni

Una Libia divisa, anche nello svolgimento del voto, si sta recando alle urne oggi per eleggere l’Assemblea costituente, le prime elezioni democratiche dopo oltre quattro decenni. Se a Tripoli fin dalle prime ore del mattino si sono registrate lunghe code, nei principali quartieri a Sud di Bengasi diversi seggi sono rimasti chiusi a causa di disordini provocati dai militanti indipendentisti della regione. Dimostranti hanno anche appiccato il fuoco alle schede elettorali. Di affluenza “alta” ha parlato in una conferenza stampa a Tripoli, senza fare cifre, il presidente dell’Alta commissione elettorale, Nouri al-Abbar. Ma sui problemi di sicurezza in Cirenaica il governo, nell’appuntamento con la stampa della capitale, è finito subito sotto accusa, con diversi giornalisti che hanno parlato di “fallimento del piano di sicurezza”, troppo concentrato su Tripoli e il nord a spese della Cirenaica. segue

Annunci
  1. #1 di Rosaria il luglio 12, 2012 - 2:52 pm

  2. #2 di Rosaria il luglio 12, 2012 - 2:55 pm

    L’Italia deve mettere da parte gli accordi con la Libia sul controllo dell’immigrazione
    Appello Social Watch Italia e Rapporto Ministero degli Interni
    http://pinamarcord.wordpress.com/2012/07/12/litalia-deve-mettere-da-parte-gli-accordi-con-la-libia-sul-controllo-dellimmigrazione/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: