La conduttrice con la pistola

La conduttrice del tg vicino a Gheddafi minaccia i ribelli in diretta brandendo una pistola: “Con questa ucciderò o morirò: non prenderete le nostre televisioni. Qui siamo tutti armati: vogliamo diventare martiri” Video

Annunci
  1. #1 di tobymallon il agosto 21, 2011 - 11:37 pm

    Hehe, ho conosciuto pochi libici disposti a diventare martiri.

    • #2 di pinoscaccia il agosto 21, 2011 - 11:50 pm

      Infatti per la rivolta ne stanno morendo a decine di migliaia. Ma come fai a dire una cosa del genere?

  2. #3 di tobymallon il agosto 22, 2011 - 12:40 pm

    Vorrei sapere le percentuali di perdite tra i rivoltosi, i libici sono capaci di sparare in arie e fare confusione, ma se sono sicuri di morire scappano o alzano le mani, vedi Ciad.
    Del resto se non fosse intervenuta la NATO la rivolta sarebbe finita ben presto.
    Qunato alle decine di migliaia di vittime sono io che chiedo come si fa a dire una cosa del genere, o riprendiamo la propaganda dei primi giorni di guerra, con i diecimila morti?

  3. #4 di pinoscaccia il agosto 22, 2011 - 2:03 pm

    Sulle cifre hai ragione. Ho sbagliato a parlare di decine di migliaia, sicurissimamente sono state molto meno, ma comunque nel mese che sono stato con i ribelli ho visto molta gente morire: non è piacevole stare sotto le bombe e loro ci stavano. Poi la conduttrice è una fan di Gheddafi e non pensi che con questo “annuncio” non abbia proposto il suo sacrificio?

  4. #5 di tobymallon il agosto 22, 2011 - 3:25 pm

    Scommettiamo che i fans di Gheddafi si scioglieranno come neve al sole?
    Del resto perché sacrificarsi, la partita è persa, il rais è stato al potere per più di quaranta anni, adesso tocca agli altri, vediamo se la Libia saprà trovare un suo equilibrio, la speranza è che la presenza della NATO eviti vendette e massacri.
    Diverso è combattere con la speranza di vittoria, o con la certezza che se vincono gli altri ti aspetta il cappio, Gheddafi non ci è mai andato leggero con le repressioni.

    • #6 di pinoscaccia il agosto 22, 2011 - 3:29 pm

      Succede dappertutto. Tanto per restare da noi, anche quei fascisti che riempivano piazza Venezia sono scomparsi all’improvviso. Non capisco perch sei convinto che i libici siano peggiori. Dimenticavo: negli ospedali di Bengasi, dove sono stato durante la rivolta , non c’era pi posto per i cadaveri.

  5. #7 di pinoscaccia il agosto 22, 2011 - 3:39 pm

    A proposito, notizia di poco fa.

    Il suo video aveva fatto il giro del mondo. Una giornalista della tv libica, con una pistola in mano, si era detta pronta a diventare «una martire», promettendo di combattere a difesa del regime. La donna, riferisce la Cnn, è stata arrestata dai ribelli.

  6. #8 di tobymallon il agosto 23, 2011 - 8:33 pm

    Ho detto che i libici sono peggiori di noi?
    Anche noi siamo molto riluttanti a morire per il nostro capo, la seconda guerra mondiale ci ha visti mollare a metà, la Germania si è arresa quando ormai non aveva nemmeno un orto a disposizione, per il Giappone ci sono volute due atomiche, e lì si sono davvero immolati.
    I libici mi hanno sempre dato l’impressione di essere dei gran entusiasti durante i momenti favorevoli, ma di non essere disposti a resistere più di tanto, naturalmente con le dovute eccezioni, una delle quali è proprio Gheddafi, che adesso chi lo sa dov’è.

  7. #9 di pinoscaccia il agosto 25, 2011 - 6:14 pm

    Dobbiamo fare una classifica dei martiri?

  8. #10 di tobymallon il agosto 26, 2011 - 4:29 pm

    No, anche perché citando Gaber “A Dio i martiri non hanno fatto mai cambiar giudizio”.
    Ma guardando la storia i paesi credibili sono fatti differenti da Italia e Libia.

  9. #11 di pinoscaccia il agosto 26, 2011 - 4:33 pm

    Allora, per tanto per chiarire (definitivamente): a me non piacciono i martiri. E neppure i Paesi “credibili”. A me non piacciono le guerre, soprattutto. E con questo credo di aver chiuso l’argomento, passiamo ad altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: