Khamis Gheddafi è vivo

La televisione di Stato libica ha trasmesso oggi immagini che mostrano uno dei figli del colonnello Muammar Gheddafi, Khamis, mentre saluta i sostenitori del regime presso la caserma-bunker del padre a Tripoli. Il giornalista ha sottolineato come il documento video fosse in diretta, e ha smentito le voci circolate nei giorni scorsi sulla sua presunta morte. Nei giorni scorsi da alcuni media arabi e circolate su Internet davano Khamis a seguito dell’attentato kamikaze di un pilota libico passato con i ribelli che aveva diretto il suo aereo contro il bunker di Gheddafi a Bab al-Aziziya. Voci che le autorità libiche avevano attribuito alla disinformazione di paesi nemici. Khamis è il sesto figlio del rais ed è al comando delle forze speciali della 32esima brigata che molti osservatori ritengono essere l’unità militare d’elite dell’esercito libico. Khamis è apparso in uniforme militare, in piedi sopra un pickup. Il figlio del colonnello era circondato da alcune guardie del corpo e sostenitori per impedire ai presenti di avvicinarsi troppo. Ufficiale con il grado di capitano, è sospettato di aver guidato i reparti speciali che hanno soffocato nel sangue la rivolta popolare in corso nel Paese e in particolare a Bengasi, sede del Consiglio nazionale transitorio dell’opposizione. Khamis è anche responsabile del reclutamento e dell’addestramento dei soldati mercenari africani giunti in Libia per dare manforte alle truppe del colonnello. video

Annunci
  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: