La fine di Gheddafi

Adesso che Tripoli è pesantemente attaccata ripenso a quelle passeggiate in piazza Verde. Adesso che Gheddafi continua a minacciare ripenso alla sua megalomania in patria  e anche da noi, quelle sceneggiate orripilanti, l’ultimo discorso nella caserma di carabinieri talmente noioso che ha fatto addormentare tutti. Adesso lo vedo come un uomo anziano e patetico che continua uno show anche a bluff scoperto. Mi diceva l’altra sera il generale Camporini, uno che se ne intende, di quale minima, addirittura ridicola sia la forza militare del regime libico. Eppure il rais continua a urlare chissà quali vendette. Ho visto i suoi carri armati e visto volare (da vicino) i suoi aerei: già in confronto all’esercito egiziano apparivano poca cosa. E adesso che ha tutto il mondo contro ancora non accetta l’idea che non è più tempo di sfide. Sono convinto che il suo orgoglio non gli permetterà di arrendersi, credo anche che rispetto ad altri dittatori sia stato meno tirannico, tuttavia il suo tempo è finito. Certo il mondo non va lì a difendere i civili, va lì perchè c’è da fare affari. E Gheddafi ancora non si è reso conto che nessuno lo ama e che gli affari si possono stringere con tutti, cioè con chi ha la chiave dei rubinetti neri. Cioè adesso i miei amici di Bengasi.

Annunci
  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: